Chatter Box: Chad Reed

Chad Reed parla del suo ritorno in pista a San Diego

· 4 tempo di lettura

Iscriviti a MX Vice su YouTube.

Segui @MXVice su Instagram.

Chad Reed ha avuto un inizio difficile nel Monster Energy Supercross 2020, ma il punto più basso di Oakland è stato seguito da uno nella giusta direzione. Reed non ha dovuto prendere parte alla last chance a San Diego – è la prima volta quest'anno – e ha dovuto dire addio a una città che gli ha dato tanto in passato. Perché non è riuscito a finire il main event? Com’è la sua salute? Tutto questo è stato trattato in questa intervista di MX Vice .

MX Vice: Sei tornato, ed è una buona cosa, e in qualche modo ti sei qualificator nella heat per la prima volta quest'anno, nonostante non sia stato affatto facile. E’ strano come funziona a volte. Magari non è andato secondo i piani, ma il bello è che sei tornato in pista.

Chad Reed: Si. Penso che  sia stato un weekend davvero divertente. Ieri ho fatto qualche giro nella giornata della stampa e ho pensato che avrei potuto farcela. Ieri sera sono andato a fare fisioterapia alla spalla e alcuni massaggi. Il Dr. G ha lavorato  anche oggi e pure le mie costole. Ho potuto guidare bene per la maggior parte del tempo mi sentivo come se stessi effettivamente andando bene. Devo davvero rimettermi in forma. Questa è la cosa più importante. Devo rimanere in salute, continuare a lavorare in palestra e in moto.

(Sean Ogden)

Abbiamo alcuni problemi con la moto che mi stano davvero frustrando. Non ho finite il main event per questo. Sfortunatamente è come un fantasma. Dispiace perché non è che ai ragazzi del team manchi qualcosa. Sento che stiamo rilevando i problemi e diagnosticando le soluzioni. Abbiamo alcuni problemi che ci infastidiscono da ottobre. Ho bisogno di lavorare su quello. Nelle prossime quattro settimane proverò a risolvere questo problema e, ovviamente, di rimettermi in forma.

Il problema alla spalla è strano, giusto? Ti sei infortunato ferito alle costole, non alla spalla, ma è quella che ti sta dando i maggiori problemi?

Sì, è un insieme di problemi. Parlando con il Dr. G oggi, con le costole rotte e camminando o facendo altro, riesci a malapena a respirare. Non riesco a starnutire o tossire. Prendi posizioni sbagliate e diverse. È proprio così … Il risultato finale è quello. Se non ne sapessi nulla, giureresti a Dio che qualcuno ti ha drogato e picchiato durante la notte. A volte è brutale.

So che prima dell'incidente di Glendale hai detto che stavi lavorando per goderti il lato agonistico delle corse. Ora con questo problema, è ancora più difficile scendere in pista? Quest'ultimo problema di salute ti ha messo in uno stato mentale diverso tipo "Sai una cosa? Niente sta andando come preventivato. Cerchiamo di ottenere il meglio."

Ti importa. Alla fine della giornata è questo che conta. Ti importa così tanto. Voglio uscire e fare bene perché ogni fine settimana sono consapevole che questo è il mio ultimo anno. Probabilmente la frustrazione è più alta del normale. Una cosa è avere a che fare con alcune lesioni e ti dici "Va bene". A volte pensi che forse non è il tuo anno. Putroppo non riesco a farlo. Non si tratta di questo. Non posso dire "Tornerò l'anno prossimo", perché l'anno prossimo non ci sarò. Sento la pressione di tornare in forma alla svelta per godermi questi momenti.

(Sean Ogden)

Immagino che potrai tornare in palestra lunedì, ma com’è adesso il tuo programma? Hai anche intenzione di provare a salire in moto o vuoi semplicemente fermarti a riposare?

In un mondo perfetto sarebbe bello salire in moto, ma in tutta onestà sembra che il tempo a Charlotte non sarà bellissimo. Che voglia andare in moto o meno  non conta perchè non sarà possible farlo. Penso che avrò solo un'opportunità. Torno in palestra provando a riportare i miei polmoni alla normalità, poi vado Tampa e provo a guidare nel giorno della stampa.

Ultima cosa. Questo è ovviamente il tuo ultimo campionato. Hai altre dieci carte da giocarti. Questa però è l’ultima gara in cui sono stato presente, ed è strano. Ti ho visto correre per l'ultima volta  nella mia vita. Questo racconta molto di quello che hai fatto per questo sport. Mi sento come se stessi facendo questo lavoro perchè ti ho visto correre mentre crescevo. Credo che tutto questo ti faccia capire l'eredità di ciò che stai facendo e quanto significhi per me quest'ultima corsa.

È davvero fantastico. È speciale ascoltare cose del genere. Ovviamente se lo ascolti più volte ti rende orgoglioso. Vuoi solo essere bravo. Vuoi solo andare là fuori e essere te stesso. Vuoi essere il migliore. Vuoi rendere felici le persone e lasciare in loro alcuni ricordi emozionanti.

Continuerò a lavorare sodo per tornare in forma. È un peccato che sia l'ultima stagione. Adoro lo sport del supercross. L'anno prossimo sono sicuro che sarò ad Anaheim 1 a seguire la gara. Ho sempre sentito parlare di attaccare il casco al chiodo ma per la maggior del mio tempo ho sperato che questo momento non sarebbe mai arrivato. Sono entusiasta di seguire il campionato come un normale fan il prossimo anno. Forse verrò con te e guarderemo insieme la gara.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine: Sean Ogden

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!