Visti da Vicino: Roger De Coster

Una attenta ed interessantissima analisi della gara Americana di De Coster

· 4 tempo di lettura

Acquista la gamma Alpinestars Monster MX!

Segui @MXVice su Instagram.

Roger DeCoster ha guidato ancora una volta il Team USA durante il fine settimana e ha anche avuto pensieri più schietti da offrire una volta che i punteggi finali sono stati determinati. Gli Stati Uniti hanno terminato al sesto posto, nonostante un incidente al primo giro che ha causato un infortunio alla mano a uno dei membri e può prendere spunti positivi da una giornata di sabbia allagata dalle nuvole di pioggia. DeCoster guarda l'evento in una luce simile ma ha alcune lamentele che evidenzia nell'esclusiva intervista ad MX Vice di seguito.

MX Vice: Ancora una volta, non è stato il risultato che il Team USA ha voluto o meritato. L'anno scorso penso che abbiamo lasciato RedBud dicendo: "Cosa è successo?" Questa volta penso che andiate via dicendo solo che è stata sfortuna e credo che l'otterrai l'anno prossimo.  

Roger DeCoster: Si. Sono davvero felice e grato per molte cose. Lo sforzo dei piloti che sono venuti qui presto, lavorando duramente per questo ed essere positivi. Quindi, per tutto l'aiuto che abbiamo ricevuto dagli europei, specialmente dal team IceOne e anche dal team Yamaha che ha aiutato [Justin] Cooper. È un peccato che una caduta avvenuto nelle prime curve della prima manche abbia eliminato Cooper e [Jason] Anderson insieme. Quindi la mano di Cooper è stata gravemente ferita.

(ConwayMX)

Ha mostrato molta durezza volendo correre la seconda gara dopo aver terminato quella prima gara senza frizione e una mano gravemente ferita. Sembra che sta diventando una tradizione per noi farci male, ma sento davvero che c'è stato un grande cambiamento nell'atteggiamento e nella positività con il team. Non ci arrenderemo. Penso che il podio sia stato… Il terzo posto, penso che lo meritassimo oggi. Era realistico. Non l'abbiamo fatto, ma arriverà l'anno prossimo.

C'era un punto tra gara uno e gara due in cui Cooper non avrebbe nemmeno corso? Diceva sempre che doveva solo andare là fuori e farlo per la squadra?

No. Quando ho visto quanto era gonfio e tutto il resto – e il dottore ha detto che pensava che forse un paio di dita fossero rotte – gli ho suggerito che era giusto non correre. Sapevo… Ormai sapevamo tutti che vincere o salire sul podio sarebbe stato molto improbabile. Non volevo che si danneggiasse di più la mano per un risultato che comunque non sarebbe stato molto buono. Hanno fatto i raggi X e le ossa non erano rotte. Erano gravemente contuse. Voleva correre. Non voleva smettere. Sono davvero grato per il suo atteggiamento e per lo sforzo che ha fatto.

(ConwayMX)

Immagino che tutta questa sfortuna renda ancora più incredibile quanto tutto sia andato bene dal 2005 al 2011. La sfortuna ha colpito tutte le altre squadre. Sembrava costantemente evitare questi strani incidenti al primo giro. Ora, però, non potete starne alla larga.

Si. Facendo il Nazioni così tardi, cerchiamo questo tipo di clima. Penso che sia giunto il momento che se andremo a fare un Nazioni così tardi nella stagione, allora dovremo andare a sud in un paese dove non abbiamo il maltempo praticamente garantito.

Cosa hai pensato del fatto che l'evento si tenesse in questa sede? È molto diverso da RedBud, Matterley o Ernee. È qualcosa di diverso, ma cosa hai pensato?

Non sono un fan delle piste artificiali. È ottimo per l'infrastruttura, per il paddock e la struttura. È fantastico, ma per il motocross mi piacciono i cambi di quota e un percorso più naturale. Anche se è una pista di sabbia, mi va bene, ma mi piace che sia sostanzialmente una pista all'aperto. È la mia opinione.

Le prove che Zach [Osborne] e Jason hanno svolto prima di questa gara hanno funzionato? Dopo le prove e le gare di qualifica di ieri, hanno dovuto revisionare completamente le moto e hanno cambiato tutto?

No. Ha aiutato e sono sicuro che hanno imparato dal tempo trascorso sulle piste di sabbia, ma oggi le condizioni sono cambiate completamente con tutta quell'acqua. Non lo vedo come un fatto negativo che siamo arrivati presto. Penso che sia una cosa buona. Ma non ha aiutato molto nelle condizioni di oggi.

(ConwayMX)

Ci sarà Ernee l'anno prossimo. Dobbiamo chiederti di questo. Lo chiediamo ogni anno. Tutti hanno paura che il Team USA non si presenti e senza il Team USA questo evento perde tutto. Continuerai a venire, vero?

Voglio farlo, ma c'è un entourage abbastanza grande che verrà con noi e si aspetterà di ottenere dei biglietti e tutto il resto. L'organizzazione, ci prendono in giro quando arriviamo e vogliamo 60 biglietti o qualcosa del genere. Quando lo guardi, non c'è praticamente nessun premio in denaro e quanti soldi abbiamo messo… Tra i costruttori e un po ‘l'AMA, probabilmente ci avviciniamo ai $ 300.000 per questo evento. E come team manager, non hai nemmeno un posto dove puoi vedere correttamente la gara.

Devi combattere il pubblico. Hai bisogno di tutti questi passaggi e anche con un pass full access finirai sul posto e dovrai combattere con le persone per poter vedere la pista. Devi parcheggiare a un miglio di distanza con altre 100.000 persone. Penso che lo meritiamo, ma non solo il team americano. I partecipanti e le persone che lavorano… Ci meritiamo un trattamento migliore, credo.

Rispetto, per esempio, al 2011, quando gli Stati Uniti hanno vinto l'ultima volta, quanto è più difficile mettere insieme una squadra per venire qui? È più difficile di quanto tu abbia mai pensato che sarebbe stato?

No. Sapevo quanto sarebbe stato difficile. Quando ho iniziato a guidare la squadra americana, l'ho fatto perché gli Stati Uniti non sarebbero mai arrivati quell'anno. Poi, all'ultimo minuto, Dave Arnold e io gestivamo un team Honda e in quel momento avevamo cinque piloti nella squadra. Ho deciso di prendere il nostro team e venire in Europa. Poi è stato coinvolto Motocross Action che ci è venuto dietro. All'epoca, anche Bel-Ray Oil ci supportava e tutto il resto. È così che ho iniziato a farlo, perché sentivo che era sbagliato che un paese come l'America non fosse presente.

Intervista: Lewis Phillips | Immagine Principale: ConwayMX

Utilizziamo i cookies! Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.
Maggiori Informazioni
Fantasy MX Manager
Play & Win Prizes!